Contatti
Login
Inserisci la tua attività
Tutto quello che cerchi per il tuo cane... in un solo click!
 






Giocare insieme al cane

Giocare insieme al cane è fondamentale per il suo benessere e vi aiuta a rafforzare il legame con lui

di Sara

IL GIOCO COME PALESTRA DI VITA

Il gioco rappresenta il mezzo per entrare in sintonia con il vostro quadrupede, vi aiuta a mantenere alto l'interesse del cane nei vostri confronti, donandovi un'ottima e indiscutibile relazione con lui.
Proprio come un’alimentazione corretta, il gioco è fondamentale per il benessere del cane: garantisce esercizio, stimolazione, divertimento e una forte interazione.
Tutti noi sappiamo quanto piaccia giocare ai nostri amici a 4 zampe, cuccioli o adulti che siano; l'attività ludica ha molteplici funzioni ed è determinante per la salute fisica e mentale del quadrupede.

I cuccioli non smetterebbero mai di giocare; sembra che si stiano semplicemente divertendo, ma in realtà stanno imparando, si allenano per capire ciò che dovranno fare da grandi, per questo si dice che "il gioco è palestra di vita".
Mentre gioca, quindi, il giovane cane sperimenta tutti quei comportamenti che metterà in atto da adulto: montare, sottomettersi, inseguire una preda, ecc.
È importante, quindi, saper gestire con la dovuta attenzione queste attività ludiche fin dal principio.
In particolare, al cucciolo il gioco serve per:
  • Formare il comportamento 
  • Facilitare l'interazione sociale 
  • Aumentare la destrezza fisica e mentale 
  • Migliorare la coordinazione 
  • Apprendere i ruoli sociali 
  • Esplorare
  • Imparare a risolvere problemi di crescente complessità 
Il gioco riveste particolare importanza se l’animale domestico resta a lungo da solo: alcuni animali da compagnia non riescono a stare lontani dai loro proprietari, e ciò si nota dalla loro infelicità o da possibili comportamenti distruttivi.
Giocare con il cane

REGOLE E TIPI DI GIOCHI

Occorre allenarsi a stabilire delle semplici regole di gioco, naturalmente senza creare stress nel vostro amico a 4 zampe; dovete creare una sana competizione tra voi e lui, decidendo quando lasciarlo vincere, per fargli acquisire un po’ di fiducia e dargli soddisfazione, e quando perdere.

Esistono 2 diversi tipi di gioco: 
  • Il gioco sociale, con un partner della stessa o di un'altra specie 
  • Il gioco individuale, senza un partner di gioco 
È possibile poi fare una distinzione tra:
  • Il gioco in movimento, come inseguire, scappare, correre, fare la lotta, ecc. 
  • Il gioco strumentale, con oggetti inanimati 

Giochi semplici

È sorprendente notare come il gioco più semplice possa essere un'esperienza divertente per il cane.
L’inseguimento è uno di quei giochi che i cani adorano: si divertono inseguendo una palla da tennis, un frisbee, un bastone o un peluche, in particolare quelli che emettono suoni accattivanti, o noi umani quando corriamo. 
Se poi si ha a che fare con una razza che ha la predisposizione al riporto, il gioco si fa ancora più divertente!
Se si usa una pallina come giocattolo, si deve fare attenzione alle dimensioni. Assicuratevi che sia abbastanza piccola da poter essere presa con la bocca, ma non così piccola da rischiare che possa essere ingoiata
Per tenere alta l’attenzione del cane, terminate sempre di giocare quando lui ne ha ancora voglia.

Attività ludiche

I giochi di “problem-solving" e quelli di attivazione mentale sono molto stimolanti per il cane e sviluppano le sue capacità cognitive; potete trovarne diversi in commercio, oppure costruirne alcuni con le vostre mani. La cosa più importante è che siate partecipi durante il gioco.
I cani si divertono anche a giocare a nascondino, sia con gli oggetti che con le persone. Inizialmente, occorre rendere facile il gioco; con un po' di esercizio, considerando che Fido ha un ottimo fiuto, otterrete dei risultati incredibili, persino all'aperto. Anche voi vi divertirete a giocare insieme al vostro amico a 4 zampe e niente potrà renderlo più felice di recuperare gli oggetti nascosti o di venirvi a cercare!
Qualsiasi sia l'attività, ricordatevi sempre di congratularvi con il cane quando ottiene il risultato che desiderate e di dargli una ricompensa

Giocattoli contro la solitudine

I cani passano molte ore da soli e spesso si annoiano, non sapendo come impegnare il tempo. Alcuni cani cercano di distrarsi come meglio possono, magari mordicchiando mobili o indumenti, altri abbaiano o piangono nella speranza di farci tornare a casa da loro.
Non tutti i soggetti manifestano un disagio o uno stato di ansia da separazione, ma in ogni caso è consigliabile dare ai quadrupedi la possibilità di svolgere delle attività divertenti in nostra assenza.
Se lasciate al cane i giocattoli che normalmente ha a disposizione, non sarà molto interessato e non li prenderà nemmeno in considerazione; dovete, quindi, trovare dei giochi alternativi da lasciargli solo ed esclusivamente quando resta da solo e che lo tengano impegnato fino al vostro ritorno. I più famosi ed i più utilizzati in questi casi sono i Kong®, giochi in gomma molto resistenti che possono essere riempiti con diverse leccornie e che terranno occupato Fido per svariate ore nel tentativo di recuperare gli snack inseriti all'interno.
In commercio esistono diversi giocattoli anti-noia, creati appositamente per i cani che restano da soli a casa; la maggior parte di essi hanno un foro in cui inserire il cibo e l'animale deve capire come arrivare a prenderlo (facendo rotolare l'oggetto, tenendolo tra le zampe, leccandolo, ecc.). 
Chiedete consiglio al vostro commerciante di fiducia o al vostro educatore cinofilo e non dimenticatevi di togliere i giocattoli quando rientrate a casa: in questo modo l'interesse verso di essi rimarrà sempre alto. 

Giochi di fiuto o "work nose" 

Il cane ha un fiuto eccezionale; consentirgli di stimolare questo senso vuol dire permettergli di sviluppare le sue capacità cognitive, rendendolo un soggetto più equilibrato, più sereno, più calmo e soddisfatto.
Inizialmente potete cimentarvi con un semplice esercizio a casa o all'aperto: fate sedere il cane, prendete una manciata di piccoli bocconcini e distribuiteli in modo sparso sul pavimento di una stanza o nel giardino della vostra abitazione; date un comando al vostro amico a 4 zampe, in questo caso si usa il "cerca", e fategli fiutare il territorio fin quando non avrà trovato tutti i bocconcini. Al termine dell'esercizio ricompensate il cane con un premio. Ben presto l'animale assocerà il comando "cerca" all'azione di dover cercare qualcosa, pertanto potrete rendere l'esercizio via via più difficile, iniziando a nascondere il cibo dietro agli oggetti o all'interno di alcune scatole.
Quando Fido sarà adulto e avrà un olfatto ben sviluppato, potete provare a fargli cercare una persona (meglio se un membro della famiglia), prima dentro casa, poi persino in un parco o in un bosco. 
Cercate sempre di non deconcentrare il cane, tenendovi ben distanti da lui durante gli esercizi; non abbiate fretta e non innervositevi se non ottenete i risultati che sperate. Osservate attentamente e pazientemente il cane per cercare di capire quali sono le sue difficoltà
 
Cane con la palla

CONSIGLI SUL GIOCO

Ricordatevi che il gioco insieme ai proprietari dev'essere una routine quotidiana! È un momento di relazione fondamentale, da gestire con attenzione. 
Non lasciate che il cane giochi mordendo mani, caviglie o altre parti del vostro corpo: potrebbe poi diventare un atteggiamento problematico. Se dovesse farlo, interrompete immediatamente ogni interazione con lui.
Meglio essere coerenti fin dal principio: acquistate dei giocattoli per cani e indirizzate le sue attenzioni solo su questi; è importante dare al cane molti giocattoli differenti: in questo modo non solo lo terrete impegnato, ma gli consentirete anche di sviluppare maggiormente le sue capacità cognitive
Il cucciolo deve sperimentare, annusare, mordere ed interagire con più giocattoli possibili: questo lo aiuterà a diventare un soggetto più abile ed intelligente
Non utilizzate mai i vostri indumenti (una vecchia ciabatta) od oggetti (uno straccio) per farlo giocare: rischierete di creare confusione nel quadrupede: per il cane non c'è alcuna differenza tra la vecchia scarpa rotta ed il nuovo paio appena acquistato. 

Se volete giocare a tirare la pallina per farvela riportare, la cosa migliore è procurarsi due palle identiche; prima ne lancerete una, quando il cane l'avrà presa lo richiamerete e gli farete vedere l'altra: in questo modo lascerà la pallina per andare a prendere la seconda, e così via.
Questo permetterà al quadrupede di comprendere che non c'è competizione, ma che si tratta di uno scambio e di una collaborazione; lascerà volentieri la pallina, perché saprà che non volete rubargliela.
Non fate mai l'errore di strappargli dalla bocca l'oggetto, altrimenti imparerà a trattenerlo e a scappare da voi. Piuttosto prendete un bocconcino e passatelo sotto il suo naso: appena aprirà la bocca direte "lascia", consegnandogli il premio. Ancora una volta comprenderà che non ha alcun motivo di essere competitivo e di tenere a tutti i costi l'oggetto in bocca.

Per quanto riguarda il gioco del "tira e molla", il consiglio è quello di giocare con molta cautela, rispettando alcune regole:
  • Il cane deve imparare a lasciare l'oggetto quando il proprietario lo chiede 
  • Il gioco non deve mai proseguire se il cane diventa troppo eccitato o aggressivo 
  • Deve essere sempre il proprietario a decidere i tempi di inizio e di fine del gioco
Bisogna poi tenere a mente che non si deve essere necessariamente l’unico compagno di giochi del proprio cane: ad un cane socievole piace conoscere e giocare con altri cani; ciò include la lotta, il corteggiamento, correre in spazi aperti ed esplorare.
Per il nostro amico a 4 zampe è molto importante socializzare con i propri simili, è un modo per divertirsi e comunicare; è nostro dovere, quindi, permettergli quotidianamente di incontrare i suoi partner di gioco: in questo modo imparerà a relazionarsi meglio e potremo prevenire molti problemi relativi ad aggressività, paure o fobie verso altri cani. 
Concludiamo ribadendo che è molto importante non sottovalutare i benefici delle attenzioni e del gioco: la stimolazione permette al cane di bruciare l’energia in eccesso e lo aiuta a calmare i nervi e le emozioni; il risultato sarà un cane felice e amante del divertimento.

Tratto da: www.ilmiocane.net (Eleonora Mentaschi)


Articoli correlati

Il comportamento distruttivo del cane
La distruttività del cane è un problema da non sottovalutare: analizziamo le cause scatenanti ed i modi per affrontarla

Come educare un cane aggressivo
L'agitazione e lo stress sono fra i principali elementi stimolanti dell’aggressività del cane; i consigli del veterinario per preservare la serenità del quadrupede

Le reazioni ansiose di un cucciolo
I consigli dell'educatore per gestire i problemi comportamentali di un cucciolo che soffre di solitudine

La socializzazione del cane
È molto importante far socializzare il cane fin da cucciolo con i suoi simili, con le persone e con l'ambiente esterno

Cane e gatto: non sempre la convivenza è facile da gestire
I pericoli di una convivenza forzata tra cane e gatto ed i consigli per una corretta socializzazione






Top articoli

Il vomito nel cane: le cause e i rimedi
Trasportare il cane in automobile: cosa dice la legge
Pronto soccorso veterinario 24 ore su 24
Le piante tossiche per il cane
Le malattie parassitarie del cane: i parassiti intestinali