Contatti
Login
Inserisci la tua attività
Tutto quello che cerchi per il tuo cane... in un solo click!
 






Cane diffidente e pauroso: cosa fare?

I consigli dell'educatore per gestire un cane che ha paura e diventare una guida emotivamente stabile

di Anna Giulia Amato

Salve, mi chiamo Erika, vi scrivo perché ho un problema con il mio cane di nome Zen, un Akita maschio di 10 mesi, molto diffidente con le persone, sia bambini che adulti. Se stabiliscono un contatto visivo con lui o gli si avvicinano, allora comincia ad abbaiare, mette la coda bassa e indietreggia; infatti da questo ho capito che lui ha paura perché non avanza mai, piuttosto cerca una via di fuga.
Premetto che l’ho portato a casa quando aveva due mesi e già da allora si è mostrato molto impaurito da tutto e, purtroppo, a causa della mia ignoranza ho solo peggiorato la situazione.
Lui è un cane a cui non piacciono le coccole, ma preferisce gli sguardi.
Prima di prendere un Akita mi sono informata sulle caratteristiche della razza: so che sono cani molto diffidenti e dal carattere forte, difatti alcuni veterinari mi hanno subito detto che sono ingestibili.
A volte riesco ad evitare che abbai dicendogli "no" quando vedo che la respirazione cambia; ho provato anche con il cibo, facendoglielo prendere dalle mani delle persone, ma si avvicina con il corpo molto basso e in allerta per ogni minimo rumore e spostamento.
Con i cani invece sta tranquillo, ha fiducia in se stesso; ci gioca oppure li ignora.
Spero di essere riuscita a farvi capire bene il problema e di trovare una soluzione. A me non importa se si fa toccare, vorrei solo che si sentisse tranquillo e che avesse più fiducia in me.

Grazie mille per la vostra disponibilità e per il tempo prezioso dedicatomi!

Salve Erika, il problema che ci ha esposto non è semplice da trattare in poche righe, ma cercherò di aiutarla a trovare un'adeguata strada da seguire per risolvere le difficoltà che affronta con il suo cane.
Ha scelto una razza particolare... l'Akita è riservato e diffidente, non ama particolarmente il contatto fisico; è un ottimo guardiano, volitivo ma discreto.
Se non socializzato a dovere si chiude in se stesso cercando di eliminare ogni persona, animale o situazione che possa creargli disagio.
Purtroppo quando capita di vedere un cucciolo di due mesi in difficoltà perché spaventato si tende a proteggerlo, eliminando la causa di questo disagio piuttosto che convincerlo a fidarsi e fargli affrontare il problema.

Cane diffidente e pauroso

A lungo andare, diviene un modo per non avere altri "problemi" e la situazione peggiora enormemente.
È probabile che il suo giovane amico non si senta sicuro di avere una guida adeguata in lei e pensi di doversi difendere da solo, mostrandosi minaccioso.
Se un cane non si sente sicuro ed al sicuro è probabile che provi a difendersi e, tale atteggiamento, sembra corrispondere a quello di Zen.
Non è cattivo o aggressivo senza motivo, ha semplicemente capito che per far allontanare la fonte della sua preoccupazione si debba abbaiare.
Il comportamento "normale" per le persone che hanno poca conoscenza del linguaggio canino di guardare un animale dritto negli occhi, metterebbe in difficoltà gran parte dei cani: viene interpretato come sfida o come una potenziale minaccia.
Quindi la risposta di Zen è in qualche modo adeguata al suo stato emotivo.
Purtroppo non basta fargli dare leccornie da qualche sconosciuto per aiutarlo a superare paure o incertezze che riguardano il vostro rapporto.
A mio parere dovrebbe farsi aiutare da un professionista che si occupi di recupero comportamentale per evitare che la situazione peggiori.
Zen potrebbe arrivare a mordere realmente per paura.

Alla base della vita di un cane che vive in un "branco misto" c'è la relazione con i proprietari, i quali dovranno divenire una guida emotivamente stabile per poter condurre serenamente il proprio compagno a 4 zampe ad affrontare le difficoltà di una vita che non è più naturale.
Spero di averle fornito utili spunti per aiutare Zen.


Anna Giulia Amato
Educatrice cinofila e Consulente comportamentale
Consigliere Regionale APNEC Lazio
Tecnico Educatore III Livello CNS Libertas
Staff Just Married (with) Dog
e-mail anna_giulia79@yahoo.it
Telefono 392 6947454


Articoli correlati

I cani viziati diventano aggressivi e poi temuti dai proprietari
Una vera testimonianza di come un cane viziato possa diventare aggressivo nei confronti del proprietario e di altre persone

Cane che si impone sui suoi simili con irruenza ed aggressività
Cosa fare se il cane gioca con i suoi simili in modo non appropriato? L'educatore ci aiuta a comprendere meglio le cause di un atteggiamento eccessivamente aggressivo del quadrupede.

Me la faccio addosso dalla paura!
Defecazione ansiosa: un grave problema comportamentale del cane

Cane dominante ed aggressivo in casa
Il cane si mostra aggressivo e dominante nei vostri confronti? Ecco come intervenire!

Come educare un cane aggressivo
L'agitazione e lo stress sono fra i principali elementi stimolanti dell’aggressività del cane; i consigli del veterinario per preservare la serenità del quadrupede





Articoli più letti di oggi

Il vomito nel cane: le cause e i rimedi
Pronto soccorso veterinario 24 ore su 24
I cibi velenosi per il cane e gli alimenti da evitare


Top articoli

Il vomito nel cane: le cause e i rimedi
Le malattie parassitarie del cane: i parassiti intestinali
Pronto soccorso veterinario 24 ore su 24
Trasportare il cane in automobile: cosa dice la legge
I cibi velenosi per il cane e gli alimenti da evitare